Come si risolve un test
"a crocette"?

Ti è mai capitato di fare un test come questo:

Cosa rispondereste ad un vostro amico, che guardando gli oltre 100.000 visitatori del sito di "Fifamania" vi dice seriamente: «Si... voglio vedere quando ci arriverai tu ad avere tutti questi visitatori sul tuo sito!»?
A. Gli spiegate che il sito "Fifamania" è molto più famoso del vostro.
B. Vaffanculo!!!!
C. Lo uccidete.

Beh... credo di si e se non sei proprio preparato sull'argomento, forse ti potrebbe interessare quanto segue, in particolare per tutti quegli che devono affrontare la terza prova dell'esame di stato, la cosiddetta "prova a risposta multipla"; ci sono tre metodi per cercare di superare questo test se non si è preparati:

-Il primo è il cosidetto metodo "a casaccio", secondo me quello meno efficiente e meno sicuro, quindi non ve lo consiglio, comunque si tratta di scegliere la risposta a caso e bisogna avere una buona dose di ... per superare il test con questo metodo, se non ne disponi continua a leggere.

-Il secondo è il famoso metodo della "monetina", detto anche "testa o croce", un metodo che, se Dio ti dà una mano, ti può essere utile, si procede così:
se le risposte da scegliere sono due è facile, basta assegnare ad una delle risposte il simbolo della "croce" ed all'altro il simbolo della "testa", si lancia la monetina, in base al simbolo che "esce", si segna la risposta.
Se le risposte sono più di due si fa la stessa operazione con due risposte, se ne sceglie una e si fa la stessa cosa per le altre, fino ad arrivare, per esclusione, alla risposta da segnare.

-Il terzo, quello, secondo me, più utile e più efficace, (l'ho usato con ottimissimi risultati nella simulazione della terza prova d'esame a scuola), non ha un nome preciso, comunque si tratta di scegliere sempre la stessa risposta, si proicede così:
cerca di rispondere a tutte le domande che conosci, lascia in sospeso tutte le domande di cui non sei sicuro della risposta, scegli una lettera tra quelle disponibili, ad esempio la "C" e rispondi "C" a tutte quelle domande a cui non sei riuscito a rispondere, o di cui non eri sicuro, il calcolo delle probanilità dovrebbe andare a tuo favore.

Ti racconto brevemente, o almeno ci provo, la mia esperienza:
L'altro giorno ho dovuto fare la cosiddetta simulazione della "terza prova" d'esame, a risposta multipla (con il famoso "test a crocette", per capirci), non avevo studiato un cazzo... ma le domande erano abbastanza facili, riguardavano quattro materie, impianti... tutto facile, tecnologia... non sapevo la risposta di quattro domande... ho risposto "B" a tutte e quattro queste domande e ne ho azzeccata una (meglio di niente), topografia... idem, ero indeciso su tre domande, ho risposto tutte "B" e ne ho indovinata una, ed infine il test d'inglese (se ci penso mi viene ancora da ridere) che si basava su domande, non che riguardavano la grammatica o la lingua in se per se, ma erano domande (in inglese naturalmente) che riguardavano gli elementi decorativi delle case in stile britannico (PORCA PUTTANAAAA!!!) allora ho deciso... "o la và o la spacca!" Scelgo tutte "B" e su sette domande, NON AVENDO STUDIATO UN CAZZO, ne ho indovinate sei, con i comlimenti del prof., il quale furbamente, su sette domande, aveva scelto di mettere come risposta esatta, a sei di esse la lettera "B".
Naturalmente ho avuto culo, perchè se avessi scelto di mettere la crocetta su un'altra lettera, il risultato non sarebbe stato lo stesso!




Vai indietro <----

 

 

 

 

 

Spazio pubblicitario






Buttonclick